Psoriasi e malattia coronarica: fattori di rischio e associazione

0
509
Psoriasi e malattia coronarica: fattori di rischio e associazione

Psoriasi e malattia coronarica: fattori di rischio e associazione

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle che colpisce circa il 3% della popolazione adulta degli Stati Uniti. Oltre all’impatto diretto sulla salute dei pazienti, la psoriasi comporta un onere importante a causa delle sue comorbidità.

La malattia coronarica, causa principale di morte a livello globale, presenta, ad esempio, un’aumentata incidenza tra i pazienti affetti da psoriasi. Il rischio di eventi cardiaci avversi maggiori è particolarmente elevato tra i pazienti con psoriasi grave (fino a 1,42 hazard ratio).

Inoltre, la malattia coronarica è risultata associata all’indice di estensione e gravità della psoriasi, il PASI; i trattamenti che riducono l’indice di estensione e gravità della psoriasi possono anche migliorare la placca coronarica e l’infiammazione vascolare.

Le linee guida ACC/AHA per la prevenzione delle malattie cardiovascolari indicano la psoriasi come un fattore di rischio, anche se finora erano state condotte poche ricerche che rivelassero la relazione causale tra psoriasi e malattia coronarica.

Lo studio

Uno studio pubblicato su Nature, che ha visto il coinvolgimento di diversi istituti di ricerca del Michigan, Stati Uniti, ha condotto meta-analisi trans-malattia per identificare i loci genetici che mostrano un effetto condiviso o opposto tra psoriasi e malattia coronarica in oltre 200.000 casi e controlli.

Attraverso un approccio multi-omico, sono state definite le priorità dei geni coinvolti per contribuire a spiegare i meccanismi molecolari che accomunano la malattia coronarica e la psoriasi. È stata utilizzata anche la randomizzazione mendeliana per rivelare una relazione causale tra malattia coronarica e psoriasi che fosse indipendente dai fattori di rischio metabolici.

I risultati

Attraverso una meta-analisi trans-malattia applicata a 11.024 casi di psoriasi e 60.801 casi di malattia coronarica, insieme ai loro controlli associati, è stato identificato un locus genetico opposto e tre loci genetici condivisi, quindi confermati dall’analisi di colocalizzazione.

Combinando i risultati dell’analisi bayesiana degli intervalli credibili con le informazioni indipendenti provenienti dall’organizzazione genomica, epigenomica e spaziale della cromatina, sono state stabilite la priorità dei geni (tra cui IFIH1 e IL23A) che hanno implicazioni per i meccanismi molecolari comuni coinvolti nella segnalazione infiammatoria della psoriasi e della malattia coronarica.

L’infiammazione sistemica cronica è stata associata alla malattia coronarica e all’infarto del miocardio e l’analisi di randomizzazione mendeliana ha rilevato che la malattia coronarica come esposizione può avere un effetto causale significativo sulla psoriasi (OR = 1,11; p = 3×10-6) dopo l’aggiustamento per l’indice di massa corporea e il rapporto vita-fianchi.

L’insieme di questi risultati suggerisce che l’infiammazione sistemica alla base della malattia coronarica può aumentare il rischio di psoriasi.

Complessivamente, hanno sottolineato i ricercatori, lo studio ha contribuito a identificare quattro loci genetici condivisi e opposti tra psoriasi e malattia coronarica, ciascuno con geni candidati che forniscono informazioni preziose sui meccanismi molecolari e sulle potenziali opzioni terapeutiche.

M.T. Patrick, Q. Li, R. Wasikowski et al., Shared genetic risk factors and causal association between psoriasis and coronary artery disease. Nat Commun 13, 6565 (2022). https://doi.org/10.1038/s41467-022-34323