Estrogeni per la ricostruzione non chirurgica della cartilagine auricolare

0
299
Estrogeni per la ricostruzione non chirurgica della cartilagine auricolare

Estrogeni per la ricostruzione non chirurgica della cartilagine auricolare

Secondo stime recenti, circa il 5% dei bambini nasce con deformità auricolari. La chirurgia dell’orecchio risulta tuttavia inappropriata per i bambini di età inferiore ai cinque anni, poiché le loro orecchie sono ancora in via di sviluppo e la cartilagine risulta troppo fragile per mantenere i punti di sutura.

Il modellamento o splintaggio, tecnica non chirurgica, può essere efficace se viene avviata nelle prime settimane di vita. Oltre questo periodo, risulta inefficace e i pazienti opteranno per una correzione chirurgica.

Cartilagine auricolare neonatale

Si ipotizza che la malleabilità della cartilagine neonatale sia legata agli estrogeni materni presenti, che aumentano la concentrazione di acido ialuronico.

Alcuni ricercatori della University of Virginia di Charlottesville, Stati Uniti, in un articolo pubblicato sul Journal of Plastic, Reconstructive and Aesthetic Surgery, hanno valutato l’efficacia dei trattamenti locali con estrogeni per la ricostruzione non chirurgica della cartilagine auricolare matura.

Lo studio

Lo studio ha preso in esame le orecchie di conigli neozelandesi che sono state piegate e steccate e poi sono state assegnate a caso a un gruppo sperimentale trattato con estrogeni iniettati, estrogeni topici, soluzione fisiologica o non trattati.

Le orecchie trattate hanno ricevuto estrogeni iniettati o soluzione fisiologica due volte alla settimana o estrogeni topici quotidianamente per quattro settimane.

Due settimane dopo il trattamento sono state rimosse le stecche e sono stati misurati gli angoli delle orecchie. Sono state prelevate biopsie per analisi istologiche e cliniche e sono stati analizzati i livelli sistemici di estrogeni.

I risultati

I ricercatori hanno rilevato che gli angoli dell’orecchio si sono stabilizzati entro i nove giorni successivi alla steccatura. Gli estrogeni topici hanno portato a un angolo di riposo significativamente più piccolo (121,6° ± 13,5°) rispetto alla soluzione salina e al controllo (135,9° ± 11,2° e 145,3° ± 13,0°, rispettivamente).

Gli estrogeni iniettati hanno portato ad una diminuzione dell’angolo più pronunciata (64,5° ± 35,3°). Le orecchie iniettate con estrogeni hanno mostrato anche un aumento significativo dello spessore della cartilagine.

La concentrazione di acido ialuronico è aumentata in entrambi i gruppi di trattamento con estrogeni rispetto alla soluzione salina.

A tre settimane dal trattamento, non vi erano differenze significative nel modulo elastico della cartilagine o nei livelli sierici di estrogeni tra i gruppi.

Estrogeni e cartilagine auricolare

I risultati mostrano il potenziale del trattamento locale con estrogeni per ottenere un rimodellamento stabile non chirurgico della cartilagine auricolare matura. Sono, tuttavia, necessari ulteriori studi per valutare il meccanismo molecolare e migliorare la somministrazione transdermica di estrogeni al fine di ottimizzare il regime di trattamento.

J. S. Black, R. T. Duong, A. R. Samuel et al., Local estrogen for nonsurgical recontouring of auricular cartilage, J Plast Reconstr Aesthet Surg. 2022 Jul;75(7):2302-2309. Doi: 10.1016/j.bjps.2022.02.002