Lassità delle palpebre superiori, un’alternativa alla chirurgia

1
801

palpebraL’eccesso di cute delle palpebre superiori viene comunemente trattato con escissione chirurgica e sutura esitando in una cicatrice lineare. In letteratura è stato descritto l’uso di un peeling chimico profondo con la formula di Baker Gordon quale alternativa non chirurgica per l’assottigliamento delle palpebre superiori con il vantaggio di ridurre le rughe periorbitali nonostante i tempi di guarigione prolungati e i rischi di ipopigmentazione.

L’obiettivo di un recente studio è stato quello di valutare i benefici di un approccio meno invasivo al ringiovanimento della regione periorbitale che combina un peeling con fenolo al 89% con piccole escissioni non lineari che guariscono per seconda intenzione. Sono stati inclusi nello studio 8 pazienti (età media 59,6 anni) con pelle da sottile a mediamente sottile, rugosità periorbitale diffusa ed eccesso di pelle da lieve a moderato delle palpebre superiori. Veniva praticato un peeling con fenolo all’89%. Immediatamente dopo il peeling sulle palpebre superiori con delle forbici apposite venivano praticate multiple piccole incisioni non lineari che guarivano per seconda intenzione. I pazienti si mostravano soddisfatti dei risultati e non si manifestavano complicanze o esiti cicatriziali.

Gli autori concludono affermando che tale tecnica risulta essere efficace per il trattamento della lassità delle palpebre superiori e delle rughe periorbitali. La procedura ha il vantaggio di non creare una cicatrice lineare e riduce il rischio di guarigione lenta e ipopigmentazione.

Barton Sterling J. Dermatol Surg 2014 Jan 31 (Epub ahead of print)

1 commento

  1. Come prima cosa l’indicazione per un peeling della palpebra superiore è l’eccesso palpebrale cutaneo nelle orbite di media e di grande dimensione. In questi pazienti l’asportazione chirurgica dei tessuti (blefaroplastica chirurgica) può non dare risultati conformi all’aspetto del paziente da giovane. Spiego meglio, se il paziente da giovane aveva una plica cutanea è preferibile non fargli un occhio da “bambola” ovvero scavato, perché rovinerebbe il suo sguardo per sempre.
    Un’altra indicazione sono le asimmetrie sia naturali che derivanti dall’intervento chirurgico. Per ultimo si può sottoporre a una blefaroplastica non chirurgica chi ha paura dell’intervento. I peeling al fenolo e al TCA 50% sono normalmente usati, ma non sono privi di complicanze (arrossamento prolungato, iper o ipocromia) ed hanno un certo rischio cicatriziale. Un peeling altrettanto efficace ma privo di effetti collaterali e di complicanze è il peeling misto 0.5.che ha una rapida guarigione e residua un arrossamento modesto. In questo recente peeling misto con la fisica rendiamo permeabile l’epidermide, e successivamente applichiamo una soluzione satura resorcina. L’epidermide palpebrale è resa permeabile da una emissione di corrente pulsata ad alta frequenza di 38 Watt per la durata di 0.5 centesimi di secondo. La permeabilizzazione è effettuata su tutta la superficie palpebrale, dalle sopracciglia a 1 mm dalle ciglia. Agire su tutta la superficie palpebrale garantisce un risultato estremamente efficace in una o massimo due sedute, nei casi più gravi, ed è molto più efficace e razionale delle piccole vaporizzazioni a spot, oggi di moda, e dei piccoli taglietti con le forbici della tecnica non standardizzabile sopra descritta .
    La soluzione satura di resorcina non ha alcun effetto sulla cute integra, e agisce solo sulla cute permeabilizzata con la corrente timedchirurgica pulsata. La soluzione applicata sulla palpebra realizza un frost che riorganizza le fibre collagene e retrae la cute palpebrale. La resorcina è mantenuta per circa 4 minuti, poi è lavata. Non ci sono rischi per gli occhi anche se una goccia di resorcina entra in contatto con la congiuntiva, è sufficiente lavarla subito. Dopo il peeling misto 0.5 il paziente asciuga l’area trattata, se c’è una minima essudazione. Non si applicano creme o pomate fino alla caduta della crosta che avviene dopo 8-12 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here