Odontoiatria estetica, una collaborazione virtuosa tra medici estetici e odontoiatri

0
1597

Cosmetic botox injection in the beauty faceIl Collegio delle società scientifiche italiane di medicina estetica (CISME) e l’Associazione nazionale dentisti italiani (ANDI) hanno sottoscritto un Position Statement per fornire una risposta condivisa in merito alla facoltà di esecuzione da parte dei laureati in odontoiatria (titolo Ex. L. 409/85) di trattamenti di odontoiatria estetica nel distretto anatomico di competenza.

È innegabile che i trattamenti di medicina estetica possano ricoprire un ruolo importante nell’integrazione delle cure odontoiatriche, ma è anche innegabile che i percorsi formativi nelle due discipline siano profondamente diversi. Risulta pertanto necessario un approccio a tale integrazione con percorsi formativi definiti e rispettosi delle professionalità coinvolte.

Il Position Statement, oltre all’approfondita disamina clinica, legale e medico legale dei ruoli e delle rispettive competenze in ordine ai trattamenti citati, prevede l’impegno da parte di ANDI ad avviare una campagna informativa indirizzata ai propri iscritti per sensibilizzarli sui limiti individuati: in particolare sui limiti di legge, sul limite del distretto anatomico di competenza, sul requisito delle accessorietà delle cure con finalità estetica rispetto a quelle odontoiatriche, nonché della necessità di mantenersi nei termini di un razionale terapeutico secondo i principi della EBM (Evidence Based Medicine) per l’attuazione di dette terapie.

Medesimo impegno è stato assunto per sottolineare che in caso di violazione di detti limiti da parte degli odontoiatri, scaturirebbero ricadute in ordine alla responsabilità civile e penale, nonché la conseguente mancata copertura sul piano assicurativo.

La sottoscrizione del documento rappresenta, come si legge nella nota congiunta di CISME e ANDI, un importante momento di avvio dell’integrazione delle professionalità attraverso confronto, formazione e condivisione di percorsi clinici e terapeutici con l’obiettivo di poter offrire ai pazienti rimedi terapeutici efficaci e sicuri, garantiti da un’adeguata formazione.