Rosacea: idratazione epidermica e terapia con minociclina

1
2613

Rosacea_terapiaI pazienti con rosacea riportano frequentemente una pelle sensibile con aspetti suggestivi di anomala permeabilità di barriera. Il sebo, il pH e l’idratazione epidermica influenzano l’omeostasi epidermica. La correlazione tra il cambiamento di questi parametri e l’efficacia clinica dei trattamenti è stata studiata in uno studio, che ha analizzato i livelli casuali di sebo, il pH e l’idratazione insieme all’eritema (come marker di attività della patologia) su 7 zone del viso in 35 pazienti con rosacea papulopustolosa prima e dopo terapia sistemica con minociclina. I risultati sono stati comparati con i valori sugli stessi siti in 34 pazienti di controllo. Per determinare gli effetti della minociclina i pazienti sono stai riesaminati seguendo la terapia di 6 settimane.

I pazienti con rosacea non trattata mostravano un incremento significativo dell’eritema, normali livelli di sebo, una maggiore alcalinità della regione centro facciale e una riduzione dell’idratazione epidermica rispetto ai controlli. Il trattamento con minociclina produceva una riduzione dell’eritema e un aumento dei livelli di idratazione epidermica, con i cambiamenti più evidenti a livello delle guance. Non si verificavano cambiamenti nei livelli di sebo durante il trattamento

In conclusione i pazienti con rosacea papulopustolosa hanno un aumento degli indici di eritema, normali livelli di sebo casuale e pH più alcalino nella regione centrofacciale e livelli epidermici di idratazione ridotti rispetto ai controlli. Il trattamento con minociclina sistemica riduce l’eritema e incrementa l’idratazione cutanea in assenza di qualsiasi cambiamento di pH cutaneo o dei livelli casuali di sebo.

Nì Raghallaigh S, Powell FC. Br J Dermatol 2013 Dec 6

1 commento

Comments are closed.