Melanoma Day il 6 maggio: l’iniziativa diventa nazionale

0
298

Melanoma Day il 6 maggio: l'iniziativa diventa nazionale

Un tam-tam da Nord a Sud del Paese che coinvolge associazioni, fondazioni, strutture ospedaliere e singoli individui, uniti in un’azione di sensibilizzazione e attenzione al melanoma, grave forma di tumore della pelle tra le meno controllabili se non intercettata precocemente. In occasione del mese della prevenzione dei tumori della pelle, il Melanoma Day, celebrato il 6 maggio prima nella sola Regione Lazio, diventa da oggi evento nazionale.

Iniziative in tema di prevenzione, formazione e informazioni, visite dermatologiche in centri aderenti richiamano l’attenzione della popolazione a «tenersi salva la pelle».

Le associazioni

Il Melanoma Day è patrocinato da: Intergruppo Melanoma Italiano; ADOI (Associazione Dermatologi Venereologi Ospedalieri Italiani); SIDEMAST (Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e di Malattie Sessualmente Trasmesse); Istituto Dermopatico dell’Immacolata e Fondazione Melanoma Onlus.

Enti istituzionali, enti del terzo settore, società scientifiche, pazienti, popolazione comune, onlus, volontari e ogni altra realtà sensibile a temi e difesa della salute, in particolare cutanei, sono solidali nell’impegno per contrastare l’incidenza del melanoma, con azioni e iniziative capillari lungo tutto lo stivale.

In Italia solo nel 2022 sono state stimate circa 12.700 nuove diagnosi, di cui 7.000 fra gli uomini e 5.700 nelle donne (I numeri del Cancro in Italia 2022, AIOM-AIRTUM).

I partecipanti

Partecipano al Melanoma Day:

  • Fondazione Melanoma Onlus (Napoli)
  • Fondazione Melanoma Carolina Zani ETS (Brescia)
  • Ente Ospedaliero Ospedali Galliera (Genova)
  • Associazione Insieme con il sole dentro (Bergamo)
  • Associazione Piccoli Punti (Padova)
  • Associazione Melanoma Day (Cassino)
  • Associazione MelaVivo (Fiumicino)
  • Associazione Pulce nell’orecchio (Chiavari)
  • Valentina Careggio (Chivasso)

Melanoma day: le iniziative

le iniziative si svilupperanno sul territorio nazionale per tutto il mese di maggio e potranno includere eventi informativi sul melanoma, visite dermatologiche, camminate non competitive e molto altro.

L’invito per il prossimo 6 maggio è di unirsi al “flash mob” per far partire un’ondata di prevenzione del melanoma e tumori cutanei che percorra tutta l’Italia: da Nord a Sud senza eccezione. La prima consapevolezza di un problema nasce dall’informazione.