Il ruolo di glicani e fosfolipidi nei processi antiage

0
2249

glicaniUn recente studio pubblicato sul Journal of Plastic Dermatology ha dimostrato l’effetto anti-age di un complesso in gel contenente fosfolipidi, glucosamina e fitoestrogeni, sostanze che stimolano le cellule cutanee a produrre più collagene, elastina e acido ialuronico. È noto infatti che, con il passare degli anni, la pelle perde progressivamente la capacità di sintetizzare collagene ed elastina, parallelamente diminuisce anche la quantità di acido ialuronico che è il maggiore componente dei tessuti connettivi del derma. Lo studio ha visto l’arruolamento di 160 pazienti, 130 donne e 30 uomini, che hanno applicato sul viso il complesso (Fospidin), una volta al giorno per 30 giorni. Nei pazienti è stato valutato, dopo 30 giorni: il grado di idratazione con corneometro; l’elasticità e il turgore con apparecchio Skin Elastometer; microrughe superficiali con dermatoscopio in epiluminescenza. Le misurazioni hanno mostrato un miglioramento evidente dei parametri osservati. I dati dell’elastometria hanno dimostrato un aumento del 6,8% dei valori di elasticità in una fascia di età tra i 30 e i 49 anni, e arriva a 8,1% dai 50 ai 70 anni. L’esame della corneometria ha mostrato un aumento del 8,9%della quantità d’acqua presente sulla superficie cutanea. L’esame al dermatoscopio ha mostrato una diminuzione del 16% del reticolo superficiale, del 9,2% del numero totale di rughe, del 9,7% della loro lunghezza totale e del 12,3% della profondità media.

Ciò ha dimostrato l’efficacia sull’epidermide e sul derma superficiale del gel a base di Fospidin, che può pertanto essere utile nella prevenzione e nel trattamento degli inestetismi cutanei dovuti all’invecchiamento oltre che in quelli prodotti in particolare momenti di stress. Il meccanismo di azione di questo complesso è dovuto all’azione combinata dei fitosteroli (effetto biomimetico) e della glucosamina (precursore della biosintesi dell’acido ialuronico) veicolati dai fosfolipidi che li fanno penetrare negli strati più profondi del derma.

Di Pietro A, Luppino I. Journal of Plastic Dermatology 2014; 10: 29-33.