Glutammina, benefici contro le ustioni gravi

0
352
Glutammina per il trattamento di ustioni gravi

Glutammina per il trattamento di ustioni graviSi ritiene che la glutammina abbia effetti benefici sulla risposta metabolica e sullo stress in presenza di lesioni gravi. Tuttavia, la questione è rimasta controversa, in quanto gli studi clinici condotti su pazienti ustionati e su altri pazienti in condizioni critiche hanno mostrato risultati contrastanti riguardo ai benefici e ai rischi dell’integrazione di questo aminoacido.

Uno studio randomizzato, frutto della collaborazione internazionale di numerosi centri, pubblicato sul New England Journal of Medicine, ha inteso valutare la sua efficacia in pazienti con ustioni profonde.

Lo studio

Lo studio in doppio cieco, randomizzato e controllato con placebo, ha coinvolto pazienti con ustioni profonde di secondo o terzo grado che interessavano da ≥10% a ≥20% della superficie corporea totale, a seconda dell’età.

A questi pazienti è stata somministrata 0,5g di glutammina per chilo di peso per via enterale o placebo.

La somministrazione è avvenuta ogni quattro ore attraverso un tubo di alimentazione o tre o quattro volte al giorno per bocca fino a sette giorni successivi all’ultima procedura di innesto cutaneo, alla dimissione dall’unità di cura per acuti o tre mesi dopo il ricovero.
L’obiettivo primario era calcolare il tempo di dimissione in vita dall’ospedale.

I risultati

Un totale di 1.209 pazienti con ustioni gravi (dimensione media dell’ustione pari al 33% della superficie corporea totale) è stato randomizzato e 1.200 sono stati inclusi nell’analisi (596 pazienti nel gruppo glutammina e 604 nel gruppo placebo).

Il tempo mediano per la dimissione in vita dall’ospedale è stato di 40 giorni (intervallo interquartile, da 24 a 87) nel gruppo glutammina e di 38 giorni (intervallo interquartile, da 22 a 75) nel gruppo placebo (hazard ratio di sottodistribuzione per la dimissione in vita, 0,91; intervallo di confidenza [CI] al 95%, da 0,80 a 1,04; P = 0,17).

La mortalità a sei mesi è stata del 17,2% nel gruppo glutammina e del 16,2% nel gruppo placebo (hazard ratio per la morte, 1,06; 95% CI, 0,80-1,41). Non sono state osservate differenze sostanziali tra i gruppi per quanto riguarda gli eventi avversi gravi.

Glutammina e ustioni

Alla luce dei dati emersi, lo studio ha concluso che la supplementazione di glutammina in pazienti che presentassero gravi lesioni da ustione non ha ridotto il tempo di dimissione dall’ospedale né migliorato altri parametri.

D. K. Heyland, L. Wibbenmeyer, J. A. Pollack et al., A Randomized Trial of Enteral Glutamine for Treatment of Burn Injuries, N Engl J Med 2022 Sep 15;387(11):1001-1010. Doi: 10.1056/NEJMoa2203364