Tumore al seno: chirurgia conservativa vs mastectomia

0
399
Tumore al seno: chirurgia conservativa vs mastectomia

Tumore al seno: chirurgia conservativa vs mastectomia

Nel trattamento del tumore al seno, in letteratura sono presenti studi contrastanti rispetto ai vantaggi in termini di sopravvivenza della chirurgia conservativa del seno con radioterapia rispetto alla mastectomia.

Con l’obiettivo di fare chiarezza, uno studio condotto tra Stati Uniti e Perù, pubblicato sugli Annals of Surgical Oncology, ha inteso confrontare l’efficacia della chirurgia conservativa del seno associata a radioterapia e con quella della mastectomia in termini di sopravvivenza globale, attraverso un’analisi di tutti gli studi pubblicati in passato.

Lo studio

A tale fine è stata eseguita una revisione completa della letteratura fino a ottobre 2021 in PubMed, Scopus ed EMBASE.

Gli studi inclusi erano trial clinici randomizzati e controllati e coorti che confrontavano la chirurgia conservativa del seno associata a radioterapia con la mastectomia.

Sono stati esclusi gli studi che includevano: sesso maschile, stadio 0, metastasi a distanza dalla diagnosi, cancro sincrono bilaterale, radio e chemioterapia neoadiuvante e articoli con dati incompleti. È stata, quindi, eseguita una meta-analisi secondo il modello a effetti casuali con il metodo della varianza inversa.

I risultati

Delle 18.997 pubblicazioni, sono stati inclusi nell’analisi finale un totale di 30 studi: in 6 casi si trattava di trial clinici randomizzati e nei restanti 24 di coorti retrospettive.

Sono state incluse 1.802.128 pazienti con un follow-up compreso tra 4 e 20 anni. 1.075.563 e 744.565 pazienti sono state sottoposte rispettivamente a chirurgia conservativa del seno associata a radioterapia e a mastectomia.

Nella popolazione, la chirurgia conservativa con radioterapia è stata associata a una migliore sopravvivenza globale rispetto alla mastectomia (rischio relativo RR 0,64, intervallo di confidenza CI 0,55-0,74).

Questo effetto è risultato simile quando l’analisi è stata eseguita in coorti e database multi-istituzionali (RR 0,57, 95% CI 0,49-0,67).

Inoltre, il beneficio della chirurgia conservativa del seno associata a radioterapia è risultato maggiore nelle pazienti con un periodo di follow-up inferiore ai 10 anni (RR 0,54, 95% CI 0,46-0,64).

Le conclusioni

I ricercatori hanno concluso che le pazienti sottoposte a chirurgia conservativa del seno associata a radioterapia mostravano una sopravvivenza globale migliore rispetto a quante avevano sperimentato la mastectomia.

Questi risultati, che hanno indicato un vantaggio in termini di sopravvivenza su un campione così ampio di pazienti, dovrebbero essere inclusi nel processo decisionale chirurgico condiviso quando viene discusso il trattamento del tumore al seno con le pazienti.

G. De la Cruz Ku, M. Karamchandani, D. Chambergo-Michilot et al., Does Breast-Conserving Surgery with Radiotherapy have a Better Survival than Mastectomy? A Meta-Analysis of More than 1,500,000 Patients, Ann Surg Oncol. 2022 Oct;29(10):6163-6188. Doi: 10.1245/s10434-022-12133-8. Epub 2022 Jul 25.