Il ruolo dei macrofagi nella riparazione delle lesioni cutanee

0
656
Il ruolo dei macrofagi nella riparazione delle lesioni cutanee

Il ruolo dei macrofagi nella riparazione delle lesioni cutanee

Alcuni ricercatori australiani hanno evidenziato le recenti scoperte sui sottoinsiemi di macrofagi cutanei, la loro attività nel processo di guarigione delle lesioni sulla pelle adulta e, alla luce delle loro funzioni, come i loro possibili utilizzi a scopo terapeutico.

Macrofagi e protezione della pelle

La sorveglianza immunitaria svolta dai macrofagi presenti nella pelle interessa la guarigione delle ferite e la riparazione dei tessuti con lo scopo di e ristabilirne l’equilibrio.

In caso di danneggiamento, la barriera cutanea viene interrotta e per ripristinarne l’equilibrio e mantenere l’omeostasi anche degli organi interni, la pelle avvia un processo di riparazione volto alla riparazione delle ferite.

Tutti i componenti cellulari dei tre strati che compongono la pelle (epidermide, derma, ipoderma) si attivano sinergicamente.

Lesioni cutanee, il ruolo dei macrofagi

La carenza di macrofagi cutanei, specialmente durante le fasi iniziali e intermedie del processo di guarigione della lesione, potrebbe essere responsabile di un ritardo della riepitelizzazione, della riduzione della densità di vasi e del rallentamento, in generale, del processo di riparazione dei tessuti, compromettendo anche la formazione di cicatrici.

Poiché in alcune zone cutanee come la mucosa orale la guarigione può avvenire senza l’intervento dei macrofagi e senza la formazione di cicatrici, gli studiosi hanno discusso sulla necessità dell’attività macrofagica nel processo di guarigione delle ferite della pelle.

È stato necessario, dunque, comprendere l’eterogeneità dei macrofagi che, nella ricerca dell’omeostasi cutanea e quindi nella fase di guarigione delle ferite, possono essere suddivisi in sottoinsiemi, a seconda delle posizioni anatomiche.

Macrofagi e pelle: lo studio

Lo studio pubblicato su MDPI ha focalizzato l’attenzione sull’attività dei macrofagi rispetto ad altri tipi di cellule come i fibroblasti, i neutrofili, i cheratinociti e le cellule endoteliali nel processo di riparazione della ferita, evidenziando anche come i mutamenti microambientali ne influenzino l’azione.

Sim, Seen Ling, Snehlata Kumari, Simranpreet Kaur, and Kiarash Khosrotehrani. 2022; Macrophages in Skin Wounds: Functions and Therapeutic Potential” Biomolecules 12, no. 11: 1659; https://doi.org/10.3390/biom12111659