Invecchiamento cutaneo, le tendenze di fitoterapia e fitocosmesi

0
541
Invecchiamento cutaneo, le tendenze di fitoterapia e fitocosmesi

Invecchiamento cutaneo, le tendenze di fitoterapia e fitocosmesi

Nonostante la crescita delle richieste da parte dei consumatori di alternative ai prodotti sintetici per combattere l’invecchiamento cutaneo, le potenzialità dei prodotti naturali, siano essi cosmetici, cosmeceutici e nutricosmetici di derivazione naturale, non sono sfruttate appieno. Occorre anche conoscere i vari approcci per migliorare i potenziali benefici di questi prodotti.

Lo affermano sei autori malesiani nell’articolo pubblicato su Science Direct. Dopo aver discusso le comuni terapie antinfiammatorie e le loro sfide, gli studiosi hanno ritenuto opportuno rivedere il ruolo degli antiossidanti e dei radicali liberi nell’infiammazione e nella cura della pelle.

Fitoterapici e fitocosmetici contro l’invecchiamento

Sebbene l’invecchiamento non possa essere prevenuto, aumenta la tendenza ad esplorare le proprietà funzionali di erbe, medicinali e alimenti come ingredienti terapeutici nei problemi di salute legati all’età.

È stato quindi ipotizzato che la produzione del pattern molecolare associato al danno (DAMP) induca l’infiammazione che, a sua volta, è provocata dall’invecchiamento.

L’importanza dei cosmeceutici

Nell’industria dei prodotti naturali per la cura della persona, i cosmeceutici sono diventati il segmento in più rapida crescita.

Nonostante il presunto consenso sulla portata dei cosmeceutici, tuttavia, non esiste una definizione ufficiale comunemente concordata da tutti i Paesi.

Una delle tendenze più nuove nella cura della pelle, negli ultimi tempi, è la nutricosmetica, che combina la cosmesi con l’alimentazione e la farmaceutica.

In altre parole, si riferisce all’uso di ingredienti commestibili con ottimi ed efficaci bioattivi riparatori della pelle. Così, ad esempio, i funghi commestibili, come le felci, hanno forti effetti antiossidanti ed anti-tirosinasi.

I benefici di cosmetici e nutricosmetici

Gli autori, poi, si sono soffermati sui vari approcci da adottare per migliorare i potenziali benefici di cosmetici, cosmeceutici e nutricosmetici di derivazione naturale.

I consumatori sono critici nei confronti delle tecnologie che sembrano modificare eccessivamente il prodotto originale, snaturandolo e ad innescare un rischio di pericolo per la loro salute e l’ambiente.

Una delle sfide più importanti è il recupero dei bioattivi dalle loro fonti naturali, in cui l’estrazione svolge un ruolo significativo. L’uso di solventi verdi migliorerebbe e massimizzerebbe l’estrazione di composti bioattivi.

Inoltre, concludono gli autori, la biodisponibilità, la stabilità, la solubilità e il profilo di rilascio controllato dei bioattivi sarebbero notevolmente migliorati utilizzando diversi sistemi di rilascio.

Ahmed IA, Mikail MA, Zamakshshari NH, Mustafa MR, Hashim NM, Othman R. Trends and challenges in phytotherapy and phytocosmetics for skin aging. Saudi J Biol Sci. 2022 Aug;29(8):103363. doi: 10.1016/j.sjbs.2022.103363.