Rivoluzione skin-friendly

0
312

Una linea di prodotti skin-friendly davvero efficace dal punto di vista della performance, insieme alla ‘expertise’ di un professionista dedicato, per consulenze ad hoc di alto livello scientifico. A mettere a disposizione del mondo delle farmacie questo binomio vincente è il brand SurgicTouch® di Cosmeceutics, società all’avanguardia proprio nel campo della cosmeceutica.

Il professionista incaricato è uno dei fondatori del brand, il dott. Nicola Pittoni, dermo chirurgo-estetico dotato di riconosciuta esperienza nel settore, direttore scientifico di SurgicTouch®, “il prodotto cosmeceutico – spiega – è molto più di un cosmetico, in quanto è attivo al 100% e vanta lo 0% di sostanze nocive”.

Ogni gruppo farmaceutico o punto vendita che diventa partner – spiega Elena Nassimbeni, general manager e founder SurgicTouch – non deve preoccuparsi di un altro punto vendita con gli stessi prodotti a breve distanza, perché il nostro progetto lo tutela in termini di esclusività e selezione anche sul territorio, evitando che lo stesso prodotto di qualità, offerto da una farmacia di alto profilo e riconosciuta professionalità, possa correre il rischio di essere ‘sminuito’ in un punto vendita di minor spessore”.

Il dott. Pittoni mette a disposizione il suo know-how tramite seminari inerenti argomenti medico-scientifici legati al mondo del cosmetico e della bellezza. Il percorso prevede anche il training di un addetto dedicato al mondo SurgicTouch®.

Il fatto che sia un dermatologo e chirurgo estetico a selezionare gli attivi e a decidere le guidelines formulative e la black list delle sostanze che lui ritiene negative in un prodotto cosmetico – puntualizza Nassimbeni – è una garanzia di qualità e di affidabilità. Chi meglio di un dermatologo e chirurgo estetico – precisa – può fare scelte basate su medicina e scienza per la cura della nostra pelle? Il dottor Pittoni è la figura professionale ideale per suggerire i migliori principi attivi per potersi prendere cura della propria pelle, minimizzando i segni dell’età”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here