Relazione tra acne e uso di cosmetici: studio coreano

0
403

L’acne vulgaris rappresenta una delle malattie dermatologiche maggiormente comuni e risulta in parte noto come vari fattori siano correlati all’attivazione di questa condizione in un paziente. In particolare, sebbene si ritenga che talvolta l’uso di cosmetici sia associato all’insorgenza del disturbo, sono pochi gli studi disponibili, condotti fino ad oggi, su questa malattia e sui fattori ad essa correlati.

Nello studio sono stati reclutati 539 pazienti con acne vulgaris, che hanno visitato tre cliniche dermatologiche in Corea, ed è stato chiesto ai pazienti di compilare un questionario sulla loro condizione in relazione alle caratteristiche cliniche e ai fattori esacerbanti, compreso l’uso di cosmetici. Tutti i pazienti hanno fornito in aggiunta anche un’accurata anamnesi riguardante i trattamenti da loro utilizzati.

Tra gli intervistati, il 38,1% dei pazienti che hanno visto un fallimento nel trattamento ha risposto che la condizione della loro patologia era peggiorata con l’utilizzo continuato di cosmetici, anche per alcuni pazienti che utilizzavano la doppia detersione (pulizia due volte con olio e detergente a base d’acqua) e diversi cosmetici (il fondotinta liquido e il correttore sono stati usati e citati frequentemente in questo gruppo). In conclusione lo studio ha mostrato l’influenza dei cosmetici, specialmente nei pazienti con acne, collegata alla storia di fallimenti terapeutici.

Questi risultati, tuttavia, mostrano anche differenze basate su specifici tipi di cosmetici e formulazioni. Pertanto, i dermatologi dovrebbero considerare di intervenire con adeguati consigli nell’uso di cosmetici più utili e meno problematici da associare ai trattamenti.

J Cosmet Dermatol-  Jul;20(7):2172-2178 (2021)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here