Obesità fattore di rischio per la chirurgia plastica

0
299

Obesità fattore di rischio per la chirurgia plastica

L’obesità è un potenziale fattore di rischio per le complicanze degli interventi di chirurgia plastica. Tuttavia, i dati presentati dagli studi primari in tal senso risultano contraddittori. Lo studio condotto dai ricercatori della Scuola di Medicina dell’Università di Caxias do Sul, in Brasile, aveva come obiettivo quello di riassumere e chiarire le divergenze presenti in letteratura per fornire una migliore comprensione dell’impatto dell’obesità in diverse procedure di chirurgia plastica.

Lo studio

È stata condotta una revisione sistematica e una meta-analisi dell’impatto dell’obesità sugli esiti della chirurgia plastica.

Le ricerche sono state condotte su MEDLINE, LILACS, SciELO, Scopus, Embase, Web of Science, Opengrey.eu e il Cochrane Database of Systematic Reviews.

Gli esiti primari valutati sono stati le complicanze chirurgiche, le complicanze mediche e i tassi di re-intervento. L’esito secondario è stato la soddisfazione del paziente.

È stata eseguita un’analisi di sottogruppo per indagare l’impatto di ciascun BMI (Body Mass Index) sugli esiti.

I risultati

Nella sintesi qualitativa sono stati inclusi 93 articoli, di cui 91 sono stati utilizzati nella meta-analisi. È emerso che i partecipanti affetti da obesità presentassero una probabilità di 1,62 volte superiore ai pazienti non obesi di incorrere in uno qualsiasi degli esiti primari, ovvero complicanze chirurgiche, mediche o re-intervento (95% CI, 1,48-1,77; P < 0,00001).

L’aumento maggiore del rischio tra i tipi di chirurgia plastica è stato osservato nelle procedure estetiche (rapporto di rischio [RR], 1,80; 95% CI, 1,43-2,32; P < 0,00001).

Rispetto ai partecipanti normopeso, i partecipanti in sovrappeso e obesi presentavano un rischio significativamente maggiore per le complicanze (RR, 1,16; 95% CI, 1,07-1,27; P = 0,0004).

La maggior parte degli autori non ha riscontrato alcuna relazione tra indice di massa corporea, BMI, e soddisfazione complessiva del paziente.

Le conclusioni

I ricercatori hanno osservato che l’obesità comporta un maggior numero di complicanze e una maggiore incidenza di re-interventi nei pazienti che si sottopongono a chirurgia plastica rispetto ai pazienti non obesi. E’ emerso tuttavia che questa condizione non viene confermata negli interventi di ricostruzione in aree del corpo diverse dal seno.

L. Goldmann Bigarella, A. C. Ballardin, L. Serafini Couto, The Impact of Obesity on Plastic Surgery Outcomes: A Systematic Review and Meta-analysis, Aesthet Surg J. 2022 Jun 20;42(7):795-807. Doi: 10.1093/asj/sjab397