Cuoio capelluto, saccaride isomerato contro la forfora

0
361
Cuoio capelluto, saccaride isomerato contro la forfora

Cuoio capelluto, saccaride isomerato contro la forfora

I disturbi del cuoio capelluto sono comuni e possono colpire individui di tutte le etnie e di tutte le fasce d’età, con picchi che si verificano in particolare subito dopo la nascita, durante l’adolescenza e tra i 30 e i 60 anni di età.

I problemi del cuoio capelluto sono rappresentati da cuoio capelluto grasso, desquamazione o forfora, prurito, fino a condizioni più gravi come la dermatite seborroica.

Queste condizioni vanno ad impattare sulla qualità della vita oltre che su quella dei capelli, risultando fastidiose sia dal punto di vista estetico sia dal punto di vista funzionale in tutto quei casi in cui il danno estetico è associato a disturbi, come nel caso del prurito.

Le proprietà del saccaride isomerato

I soggetti interessati da queste alterazioni del cuoio capelluto sono alla ricerca di trattamenti delicati ed efficaci allo stesso tempo.

Il saccaride isomerato è una tecnica di isomerizzazione dello zucchero naturale che si ottiene trasformando gli zuccheri commestibili del mais (principalmente glucosio) in un complesso di carboidrati unico, simile al fattore idratante naturale presente nello strato corneo umano.

Il saccaride isomerato ha una lunga storia come idratante della pelle che migliora anche la funzione di barriera cutanea, suggerendo possibili effetti benefici anche sul cuoio capelluto.

Infatti, il saccaride isomerato idrata in modo continuativo il cuoio capelluto e il capello, svolgendo un’azione fortificante e protettiva. Si lega alla cheratina, aiutando a combattere la secchezza e lo sfibramento del capello.

Attraverso uno studio clinico controllato con placebo e pubblicato sul Journal of Cosmetic Dermatology, alcuni ricercatori si sono posti come obiettivo quello di fornire un’indicazione adeguata all’introduzione del saccaride isomerato come nuovo agente per la cura del cuoio capelluto contro la desquamazione.

Lo studio

Si tratta di uno studio randomizzato, monocentrico, controllato con placebo e in singolo cieco, condotto presso l’organizzazione di ricerca Guangzhou Landproof Testing Technology Co. Ltd. di Guangzhou, in Cina.

I volontari, uomini e donne cinesi sani, di età compresa tra 18 e 50 anni, avevano un certo grado di forfora valutato da un dermatologo, con un punteggio di desquamazione del cuoio capelluto maggiore o uguale a 24 e minore o uguale a 40.

Due settimane prima dell’inizio dello studio, ai volontari di tutti e tre i gruppi è stato richiesto di sospendere l’uso di prodotti antiforfora, utilizzando solo lo shampoo placebo almeno tre volte a settimana, la sera.

All’inizio dello studio, i volontari di ciascun gruppo hanno iniziato a utilizzare la rispettiva formulazione di shampoo. Il giorno precedente al monitoraggio dei parametri, ai volontari di tutti e tre i gruppi è stato chiesto di non lavarsi i capelli.

Lo studio è stato condotto tra dicembre 2020 e febbraio 2021. I parametri monitorati sono stati la perdita di acqua transepidermica (TEWL), la secrezione di sebo e la desquamazione del cuoio capelluto per un periodo complessivo di 28 giorni.

I risultati

Lo studio ha evidenziato che le formulazioni contenenti saccaride isomerato hanno migliorato significativamente tutti i parametri sia nel tempo sia rispetto alla formulazione placebo, confermando l’utilità del saccaride isomerato per formulazioni cosmetiche volte a migliorare le condizioni del cuoio capelluto come forfora o cuoio capelluto grasso.

E. Martin, A. Zhang, R. Campiche, Saccharide isomerate ameliorates cosmetic scalp conditions in a Chinese study population, J Cosmet Dermatol. 2023 Jan;22(1):262-266. Doi: 10.1111/jocd.14913. Epub 2022 Apr 11