L’approccio progressivo al ringiovanimento del collo

0
1623

ringiovanimento_collo185029L’approccio al ringiovanimento del volto si è emancipato nel tempo, partendo dal semplice lembo cutaneo di avanzamento, con o senza lipectomia, a una vasta gamma di tecniche più aggressive. Una review descrive i vantaggi e gli svantaggi delle principali tecniche conosciute: la lipectomia diretta, la plastica del platisma, i lembi di SMAS, la ritidecmia sec. Hamra, il facelift sottoperiosteo e il MACS (minimal access cranial suspension) lift. Per ottenere un risultato duraturo, naturale e soddisfacente è necessario abbinare le tecniche di ringiovanimento del volto a quelle di ringiovanimento del collo. La scelta della tecnica deve essere guidata dall’anatomia di ogni singolo paziente, dalle esigenze di recupero veloce che richiede il paziente lavoratore della società odierna e dall’esperienza maturata dal chirurgo. Per i motivi citati, lo sviluppo di un approccio progressivo al ringiovanimento del collo e del volto è auspicabile sia per il medico che per il paziente. L’approccio progressivo tiene conto della valutazione preoperatoria, ma soprattutto di una sistematica valutazione intraoperatoria, seguendo passo dopo passo le caratteristiche dei tessuti manipolati intraoperatoriamente, seguendo a cascata una sorta di algoritmo decisionale.

Usando questo approccio si assicurano incisioni e dissezioni mirate per ottenere il miglior risultato con un recupero veloce. Questo metodo rappresenta la graduale evoluzione di tecniche utilizzate da anni, tecniche che solo se integrate permettono un approccio ottimale per ogni singolo paziente.

Beaty MM. Facial Plast Surg Clin North Am 2014; 22(2): 177-9.