Rimodellamento del corpo con una metodica non invasiva

0
1542

Fat female body part.I recenti progressi della tecnologia dedicata al rimodellamento del corpo hanno spinto la ricerca di una tecnologia a ultrasuoni (US) come potenziale alternativa non invasiva per pazienti non obesi ai quali sia indicato il lifting o la riduzione di piccole adiposità localizzate. Uno studio di tipo prospettico ha valutato gli effetti biologici ed estetici di un’apparecchiatura a ultrasuoni a bassa intensità e frequenza nel ridurre adiposità localizzate per il rimodellamento del corpo.

Sono stati arruolati 20 soggetti di sesso femminile e sono state sottoposte al trattamento nella regione addominale. L’efficacia della tecnica è stata determinata tramite misurazioni antropometriche, fotografie e valutazione dei questionari di gradimento. La sicurezza del trattamento è stata invece determinata valutando i risultati degli esami ematochimici e le caratteristiche cliniche dopo il trattamento. In seguito a cinque sedute sono state registrate diminuzioni significative della circonferenza addominale e dei parametri antropometrici considerati, senza alterazioni significative dei livelli degli acidi grassi liberi, dell’insulina, delle transaminasi e del profilo lipidico. Tuttavia, a digiuno, è stato osservato un aumento della glicemia.

Gli effetti collaterali segnalati sono stati: lieve bruciore o fastidio, formicolii e intorpidimenti unilaterali agli arti inferiori, dolori in corrispondenza delle prominenze ossee e dolori addominali.

Il dispositivo descritto a bassa frequenza e a bassa intensità prevede la riduzione delle adiposità localizzate a livello addominale; tuttavia ulteriori studi sono necessari per valutare l’efficacia e la sicurezza del trattamento per il rimodellamento del corpo, soprattutto controllando accuratamente la sua influenza sul metabolismo del glucosio.

Tonucci LB, Mourão DM, Ribeiro AQ, Bressan J. Aesthetic Plast Surg 2014; 22(9): 1981-8.