Acido ialuronico: una nuova nanomolecola per uso topico

0
2376

acido ialuronicoL’acido ialuronico (HA) gioca un ruolo fondamentale per la sintesi delle molecole della matrice extracellulare e per la modulazione delle interazioni cellulari. Attualmente metodi invasivi come iniezioni di biorivitalizzanti e mesoterapia vengono tuttavia considerati gli unici strumenti validi per superare la barriera cutanea. Nel 2002 il dottor Tanaka (Shimadzu-Japan) aveva dimostrato, applicando un’analisi spettrometrica, che strutture delle dimensioni di 5 nanometri possono superare la barriera cutanea e arrivare a livello dermico. In un recente studio è stata valutata l’efficacia per il trattamento delle rughe e per il ripristino dell’elasticità e dell’idratazione cutanea di una nuova nanomolecola di acido ialuronico a basso peso molecolare per uso topico.

Il preparato è stato utilizzato per il trattamento delle rughe in 33 donne per un periodo di 8 settimane, confrontando l’area trattata con un’area non trattata. Le misure sono state effettuate in regione periorbitale. Per studiare la struttura tridimensionale è stato utilizzato il DermaTOP, il corneometro per l’idratazione, il cutometro per l’idratazione e il cromometro per la valutazione dell’eritema. Successivamente le immagini raccolte sono state rivalutate dopo 2, 4 e 8 settimane dal trattamento da un pannello di esperti appositamente formati. I risultati si sono dimostrati statisticamente significativi con miglioramento di tutti i parametri considerati, utilizzando il nano-acido ialuronico in ogni formulazione disponibile (siero, crema e lozione).

La nanomolecola ha dimostrato un beneficio significativo, ottenendo sia la riduzione della profondità delle rughe sia il ripristino dell’idratazione, della tonicità e dell’elasticità cutanea.

Jegasothy SM, Zabolotniaia V, Bielfeldt S. J Clin Aesthet Dermatol 2014; 7(3): 27-29.