Un originale concetto chirurgico per correggere l’espressione del volto

0
1771

PX185012L’invecchiamento può modificare le espressioni del volto, trasformandole da felici, tipiche dei volti giovani, in tristi e stanche. La perdita di tonicità cutanea è un’altra conseguenza dell’invecchiamento, difficile da correggere con le tradizionali tecniche. Il face expressive lifting (sollevamento espressivo del volto o FEL) è un concetto originale del ringiovanimento chirugico del viso. Il FEL integra le tecniche chirurgiche orientate alla correzione dei segni del tempo con la nuova tecnologia della radiofrequenza bipolare.

Negli ultimi anni è aumentato l’interesse alla fisiopatologia dell’invecchiamento del volto (ptosi tessutale per gravità, perdita di tessuto adiposo con ridistribuzione e riassorbimento osseo), fenomeni questi che inducono un viso a modificare le espressioni giovanili positive in espressioni tristi. Il peso che le espressioni negative hanno sulle interazioni sociali spiegherebbe il motivo per cui un crescente numero di pazienti richieda non solo un perfezionamento cosmetico, ma anche un miglioramento dell’espressione stessa. Gli autori hanno applicato la tecnica FEL a 155 pazienti seguiti per un follow-up di 2 anni. Le diverse procedure chirurgiche (lifting della guancia, lifting del sopracciglio, sospensione dello SMAS, liposuzione, lipofilling temporale, blefaroplastica) combinate tra loro sono state associate alla radiofrequenza bipolare al fine di correggere la perdita di tonicità cutanea. I risultati si sono rivelati eccellenti sia per la correzione delle espressioni del viso sia per il miglioramento estetico della cute.

Divaris M, Blugerman G, Paul MD. Eur J Plast Surg 2014; 37: 69-76