Un approccio innovativo per il ripristino delle volumetrie del viso

0
632

Nell’era digitale e dei filtri di Instagram, IBSA Derma presenta MYVolution®, un nuovo approccio che va incontro alle nuove esigenze del mercato, valorizzando la bellezza autentica di ognuno di noi. Donne sempre più giovani stanno passando da un “sentirsi beautiful” a un “sentirsi BeYOUtiful”, vogliono valorizzare la loro bellezza rimanendo loro stesse.

Nel Congresso Virtuale di questi giorni, IBSA Derma descrive ai medici estetici come attraverso l’approccio MYVolution® e i filler Aliaxin®, si possa trasferire l’immagine digitale (2D) nella vita reale (3D), focalizzandosi su specifiche aree del viso, con la giusta quantità di acido ialuronico.

L’innovazione IBSA Derma diventa un utile supporto dei medici che devono ottenere risultati sempre più precisi e di alta qualità facendo fronte a esigenze sempre più sofisticate, in linea con le richieste di un mercato che si evolve e si estende anche alle generazioni più giovani.
Con questo progetto volevamo fare qualcosa d’innovativo, che fosse molto pratico, semplice e diretto alla pratica di tutti i giorni. L’intento è di andare anche in controtendenza rispetto a quello che ormai è un suggerimento che sentiamo spesso: fare degli impianti massivi di filler a base di acido ialuronico – ha dichiarato il Dottor Riccardo
Forte. – Noi invece vogliamo andare incontro a tutti coloro che hanno esigenza di
semplificare e poter avere buoni risultati, se non ottimi, anche utilizzando un quantitativo
più accessibile di prodotto, e mantenendo un profilo di invasività ridotto. Abbiamo perciò
pensato a qualcosa di nuovo, che si rivolgesse a un mercato che è cambiato, tenendo
conto di un senso estetico che si è modificato in questo decennio: io, ad esempio,
appartengo a una generazione in cui si usava uno specchio per guardarsi, mentre oggi
non è più così, oggi ci si specchia nella telecamera del proprio smartphone”.
Attraverso l’applicazione dei filtri si vuole apparire al meglio e oggi le millennials, ma non solo loro, postano in media 10 selfie ogni 10 secondi su Instagram*.

Ma come è possibile trasferire la propria immagine digitale preferita in realtà? L’innovativo approccio in dermoestetica di MYVolution® converte l’immagine 2D in quella reale (3D), valorizzando l’autentica bellezza attraverso il ripristino delle volumetrie del viso grazie all’acido ialuronico.
Ritengo che sia molto importante capire perché le millennials desiderino così fortemente un aspetto naturale. Vogliono apparire se stesse, non vogliono sembrare simili a qualcun altro; vogliono semplicemente avere una versione migliore di se“, ha sottolineato la Dottoressa Beatriz Molina.
I social media sono la principale fonte di influenza dei millennials per i trattamenti estetici.

L’Aesthetic Journal aveva già notato l’interesse di procedure non chirurgiche fra le nuove generazioni**, sempre più interessate a trattamenti professionali.
Lo Jama*** – The Journal of American Medical Association – suggerisce che l’utilizzo dei social media e le applicazioni di fotoritocco potrebbero indurre a una maggiore accettazione dei trattamenti estetici.

M-Y-V: una lettera per ogni forma
Se l’obiettivo delle pazienti è mostrare agli altri la versione migliore di sé, allora l’approccio MYVolution®
va loro incontro. Il primo passo è identificare la forma del viso. Analizzando la morfologia di migliaia di volti, sono state identificate 3 principali forme del viso: triangolare, rotonda e rettangolare.
Ogni forma ha delle zone di ombre e di luce che corrispondono a specifiche aree identificate da 3 lettere, M-Y-V, modificando il volume di queste aree, la luce e le ombre diventano più definite.
MYVolution® esalta la bellezza autentica grazie ad una minima quantità di acido ialuronico in base alle singole esigenze. Secondo IBSA Derma ognuno di noi ha una bellezza autentica e lavorando sulle volumetrie del viso è possibile evidenziarla ancora di più. La bellezza è già lì, va solo tirata fuori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here