Le patologie di unghie e capelli

0
1517
Enzo Berardesca
Enzo Berardesca, direttore UOC Dermatologia clinica, Istituto Dermatologico S. Gallicano, IRCCSS, Roma

Il corso ECM “Aggiornamenti sulle patologie degli annessi cutanei“, proposto da Dermakos nel 2016, tratterà delle patologie di unghie e capelli, analizzando le più attuali terapie con particolare riferimento alle patologie rare, oltre a fornire una revisione delle classificazione e dei meccanismi patogenetici delle principali malattie degli annessi. Ci spiega vantaggi, obiettivi e struttura del corso il responsabile scientifico Enzo Berardesca, direttore UOC Dermatologia clinica, Istituto Dermatologico S. Gallicano, IRCCSS, Roma.

Perché parlare di annessi cutanei in un corso Ecm?

Gli annessi cutanei negli ultimi anni sono diventati un’area specialistica nella specialità dermatologica. Le patologie di unghie e capelli rappresentano da sempre una sfida per il dermatologo, per la complessità della diagnosi, la molteplicità degli aspetti clinici e la difficoltà degli inquadramenti terapeutici. Ritengo importante approfondire queste tematiche per gestire nel modo più appropriato il paziente: si tratta infatti di un’area in espansione, non tanto perché siano patologie in aumento, ma per la maggiore richiesta da parte dei pazienti. Sempre più pazienti richiedono una visita specialistica per i problemi tricologici, anche se l’alopecia androgenetica non è certo una patologia dei giorni nostri. Così come per le unghie, di mani e piedi, una volta più trascurate, che oggi godono di una maggiore attenzione sia dal punto di vista salutistico che estetico: difficilmente oggi una donna, ma anche un uomo, non si reca dallo specialista per un’unghia che assume un aspetto alterato. Per questo è importante che tutti i dermatologi abbiano i giusti strumenti a disposizione per affrontare le patologie di quest’area.

Come si sviluppa il corso?

Scopo del corso è aggiornare sulle patologie degli annessi cutanei e sulle più attuali terapie sempre in relazione alle malattie delle unghie e dei capelli. Particolare attenzione viene data alle patologie rare. Inoltre l’Ecm fornirà una revisione delle classificazioni e dei meccanismi patogenetici delle principali patologie degli annessi. Il programma scientifico, organizzato su 4 moduli didattici, per un totale di 12 ore di studio, si articola su due patologie delle unghie e due dei capelli. Ogni modulo prevede l’inquadramento diagnostico di ciascuna patologia, la terapia e anche casi clinici. Di alcune patologie verranno forniti gli strumenti per la diagnosi differenziale. Novità di quest’anno sono i casi clinici interattivi. In modo innovativo i casi sono presentati in modo da guidare il discente attraverso le diverse opzioni diagnostiche, per giungere alla corretta interpretazione del quadro clinico.

Quali sono gli argomenti trattati?

Le patologie delle unghie sono state scelte perché particolarmente complesse nella diagnosi e dunque verranno forniti gli strumenti per una corretta valutazione e le terapie adeguate. Verranno trattate le principali onicopatie di origine micotica e batterica nonché le onicodistrofie di più complessa gestione, distrofiche e infiammatorie, come quelle nel lichen e nella psoriasi, oppure traumatiche e tossiche. Allo stesso modo, verranno trattate le alopecie cicatriziali, con inquadramento diagnostico terapeutico e le alopecie non cicatriziali con particolare attenzione all’alopecia androgenetica e all’alopecia areata.

Quali docenti sviluppano i diversi moduli?

Gli specialisti sono tutti esperti riconosciuti nel loro settore, che stanno approfondendo a livello iperspecialistico questa nicchia delle malattie dermatologiche, e in particolare sono impegnati nella diagnosi e cura della patologia trattata nel modulo. Norma Cameli è responsabile dell’ambulatorio di Dermatologia estetica dell’Istituto Dermatologico San Gallicano IRCCS di Roma; Valentina Fabrizi è specializzanda dell’Università degli Studi di Siena e Perugia; Maria Caterina Fortuna collabora con l’ambulatorio di Tricologia del Centro di Fisiopatologia e annessi cutanei della Clinica Dermatologica, Università di Roma La Sapienza Policlinico Umberto l, Roma; Maria Mariano collabora con gli ambulatori di Dermatologia estetica e correttiva del Dipartimento di Dermatologia clinica dell’Ospedale San Gallicano IRCSS di Roma; Manuela Papini è docente dell’Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Medicina e Chirurgia; Bianca Maria Piraccini è docente aggregato dell’Università degli Studi di Bologna e responsabile dell’ambulatorio di Allergologia e malattie degli annessi cutanei; infine Alfredo Rossi è ricercatore presso l’Università di Roma La Sapienza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here