Effetto antirughe del tè

0
1559

tèI polifenoli e i flavonoidi del tè sono ben noti per la loro potente azione antiossidante, considerata importante nei processi antiaging negli animali. Gli estratti acquosi di tè potrebbero essere efficaci agenti antirughe nella cute fotodanneggiata, implicando l’estensione del loro uso anche a livello terapeutico.

Lo indicano i risultati di uno studio che ha valutato gli effetti anti-rughe su topi hairless di tre tipi diversi di estratti acquosi di tè (CSWEs), quali il tè verde, il tè bianco e il tè nero. I dati analizzati mostravano che il trattamento con CSWE migliorava in maniera cospicua le condizioni cutanee di topi affetti da fotoinvecchiamento UVB indotto. I parametri valutati erano l’indice di eritema cutaneo, la capacità idratante e la perdita di acqua transepidermica (TEWL). La valutazione delle rughe e l’analisi di imagine venivano effettuate su repliche cutanee, che mostravano come gli estratti di te inibivano considerevolmente la formazione di rughe. All’esame istologico si osservava, nei topi trattati, una riduzione dello spessore epidermico e un aumento del contenuto di fibre collagene ed elastiche. Veniva anche osservata una riduzione dell’espressione della metalloproteinasi MMP-3, enzima degradativo del collagene. È interessante notare che, confrontando i dati ottenuti per i diversi tipi di tè, l’azione antirughe del tè bianco e del tè nero risultava ugualmente maggiore rispetto a quella del tè verde.

Lee KO, Kim SN, Kim YC. Toxicol Res 2014; 30(4) :283-9.