BAT, una tecnica operatoria per recuperi più veloci

0
2331
Sergio Noviello
Sergio Noviello
Sergio Noviello

Una nuova tecnica operatoria, messa a punto da Sergio Noviello, chirurgo estetico e medico estetico milanese, e premiata alla Abu Dhabi International Conference in Dermatology and Aesthetics, promette tempi di recupero più veloci e meno complicanze. Si chiama Bloodless Athraumatic Technique (BAT) e consente una significativa riduzione dei tempi di recupero post operatorio rispetto alle tecniche tradizionali e del rischio di complicanze a breve e lungo termine. «Attraverso la mia esperienza ‒ spiega Sergio Noviello ‒ i pazienti sottoposti a interventi di chirurgia estetica con questa tecnica necessitano di un tempo di recupero postoperatorio di sole 24/48 ore (nel 96% dei casi), fanno ricorso solo a blandi analgesici (nel 97% dei casi) e, nel caso di una mastoplastica additiva, riescono a sollevare le braccia sopra la testa già a distanza di poche ore, consentendo così il ritorno alle normali attività in brevissimo tempo».

Tra gli specifici fattori che contribuiscono a raggiungere i risultati in termini di riduzione di gonfiore, ecchimosi e dolore, vanno sottolineate le tecniche di coagulazione scrupolose (No Blood Technique), la manualità chirurgica più delicata e rispettosa dei tessuti (No Touch Technique), anche in fasi poco considerate come l’infiltrazione di anestetico locale, e lo strumentario chirurgico sofisticato e appositamente studiato. «È inoltre importante ‒prosegue Noviello ‒ la riduzione dei tempi operatori, possibile grazie a un’analisi scrupolosa dei pazienti durante le visite preoperatorie, dal punto di vista anatomico, in dipendenza dell’intervento chirurgico specifico. Tale strategia consente anche di migliorare il risultato estetico, a breve e lungo termine, minimizzando le complicanze».