Anacardium occidentale, possibili usi in dermatologia

0
468

Anacardium occidentale, possibili usi in dermatologia

I potenziali usi delle piante medicinali, come l’Anacardium occidentale o anacardo, sono tutt’altro che esauriti. Uno degli strumenti più importanti nello studio delle stesse è il recupero della conoscenza tradizionale.

Tale conoscenza tradizionale in Brasile, Paese esportatore di anacardi, combina influenze indigene, africane ed europee.

La ricca etnobotanica brasiliana, associata alla più grande biodiversità del pianeta, costituisce un promettente campo di studi, anche se piuttosto trascurato nella comunità medica.

Gli usi in dermatologia dell’Anacardium occidentale

L’indagine sulle applicazioni dell’A.nacardium 15occidentale in dermatologia tratte dalla ricerca bibliografica ha rilevato la seguente attività: antileishmaniosi, antibiotica, antitirosinasi e antimicotica in vitro.

Come sottolinea un articolo scientifico pubblicato su PubMed, studi che associano A. occidentale alla dermatologia nella letteratura medica sono all’inizio e mancano ad oggi studi sugli esseri umani.

Gli studi in vitro sono utili come primo passo, ma sono irrilevanti se non si sviluppano in formulazioni valide che possono essere testate sugli esseri umani.

Juliano Borges; Cashew tree (Anacardium occidentale): Possible applications in dermatology ; 2021; 39 (3): 493-495; doi.org/10.1016/j.clindermatol.2020.11.014