Sclerosi multipla e terapia con anti-TNFα

0
4035

STX1926.TIFL’uso di antagonisti del fattore di necrosi tumorale α (anti- TNF-α) ha migliorato profondamente il management clinico della psoriasi e di altre patologie infiammatorie, ma si osservano anche in maniera crescente eventi avversi sia acuti che cronici, tra i quali la demielinizzazione. Un recente lavoro descrive un caso di sclerosi multipla insorta in un uomo di 48 anni con psoriasi a placche trattato con il farmaco etanercept, In letteratura sono stati fino a oggi riportati un totale di 35 casi di pazienti psoriasici che sviluppavano patologia demielinizzante in corso di terapia con anti-TNF-. Data la rarità dell’associazione di patologie neurologiche con le terapie a base di anti-TNF- nei pazienti psoriasici e data la loro gravità, i medici dovrebbero controllare i pazienti prima di iniziare le terapie escludendo un’anamnesi positiva per malattie demielinizzanti. E se in corso di terapia si dovessero manifestare nuovi o insoliti sintomi di tipo neurologico l’assunzione del farmaco dovrebbe essere interrotta e il paziente esaminato accuratamente. D’altra parte bisognerebbe evitare l’assunzione di farmaci per il trattamento di malattie demielinizzanti che potrebbero esacerbare la psoriasi.

Napolitano M, Balato N, Ayala F, et al. G Ital Dermatol Venereol 2015 Feb 18.