Il metilvanillato topico nell’alopecia androgenetica femminile

0
5685

L’attivazione del percorso WNT/β-catenina è emersa come un potenziale obiettivo terapeutico nel trattamento dell’alopecia androgenetica (AGA). È stato recentemente dimostrato che il metilvanillato (MV), un ingrediente di derivazione vegetale, è capace di attivare il pathway WNT/β-catenina. Sono stati condotti due studi distinti in questo lavoro. In primo luogo, è stato progettato un studio clinico a lunga durata di 6 mesi, non controllato, per verificare se il MV applicato topicamente può aumentare il numero di capelli e l’indice di massa dei capelli (HMI) nella femmina affetta da AGA. In secondo luogo, è stato condotto uno studio molecolare sull’effetto del MV sull’espressione di mRNA WNT10B nelle biopsie del cuoio capelluto delle donne con AGA.

Sono state incluse 20 donne caucasiche (età: 25-57 anni) con AGA (Sinclair grade 1-2). Il prodotto di ricerca era una formulazione senza alcol fornita sotto forma di spray contenente 0,2% MV quale ingrediente attivo.

Nello studio clinico, il numero di capelli e l’HMI sono risultati aumentare a 6 mesi, rispettivamente, del 6% (P <0,01) e del 12% (P <0,001), rispetto al basale. Nessun partecipante ha interrotto il trattamento a causa di effetti avversi e la soddisfazione generale del paziente è stata buona. A livello molecolare, l’applicazione topica del prodotto di ricerca ha determinato un aumento del 32% dei livelli di espressione del mRNA di WNT10B nell’area temporale del cuoio capelluto (P <0,001).

I dati di questo studio pilota suggeriscono che il MV topico può aumentare il conteggio dei capelli e l’HMI inducendo l’espressione diWNT10B nel cuoio capelluto, rappresentando quindi una potenziale nuova strategia di trattamento per la donna affetta da AGA.

Bibliografia

Tosti A, Zaiac MN, Canazza A, et al., J Cosmet Dermatol. 2016 Dec;15(4):469-474