La fibra alimentare influenza la risposta immunoterapica del melanoma

0
1028

I farmaci immunoterapici, che stimolano il sistema immunitario a riconoscere e uccidere le cellule tumorali, hanno rivoluzionato la terapia contro il melanoma, ma in molti pazienti non riescono a fermare la crescita del tumore.

I batteri intestinali

Modulano la risposta al trattamento del blocco del checkpoint immunitario (ICB) nel cancro, ma l’effetto della dieta e degli integratori su questa interazione non è ben studiato. Abbiamo valutato i profili del microbiota fecale, le abitudini alimentari e l’uso di integratori probiotici disponibili in commercio nei pazienti con melanoma e abbiamo condotto studi preclinici paralleli.

La fibra alimentare

Una maggiore fibra alimentare è stata associata a una sopravvivenza libera da progressione significativamente migliorata in 128 pazienti in trattamento con ICB, con il beneficio più pronunciato osservato nei pazienti con sufficiente assunzione di fibre nella dieta e nessun uso di probiotici. I risultati sono stati ricapitolati in modelli preclinici, che hanno dimostrato una risposta al trattamento ridotta alla terapia a base di morte cellulare anti-programmata 1 (anti-PD-1) nei topi che ricevevano una dieta povera di fibre o probiotici, con una frequenza inferiore di cellule T citotossiche interferone-γ-positive nel microambiente tumorale.

Insieme, questi dati hanno implicazioni cliniche per i pazienti che ricevono ICB per il cancro. Questi risultati forniscono informazioni preliminari su come i fattori legati alla dieta possono influenzare la risposta immunitaria e i risultati supportano l’ipotesi che il microbiota intestinale sia in grado di modulare la risposta all’immunoterapia.

Christine N.Spencer; Vancheswaran Gopalakrishnan, John A. Mcculloch, Marie Vetozou, Alessandria P. Cogdill, Md A.Wadud Khan, Xiaotao Zhang, Jennifer A Wargo  +80 autori; 23 dic 2021; 374(6575):1632-1640.  doi: 10.1126/science.aaz7015