I probiotici nella pratica dermatologica

0
784
Bifidobacterium, bacterial strain3d illustration.

I probiotici sono microrganismi vivi che influiscono beneficamente sull’ospite se somministrati in quantità adeguate. Hanno un ottimo profilo di sicurezza. I probiotici sono stati usati come immunomodulatori in condizioni infiammatorie della pelle, come la dermatite atopica.

Lo studio

Lo scopo era riassumere le prove disponibili riguardanti l’uso di diversi ceppi di probiotici nella pratica dermatologica. È stata condotta una revisione della letteratura delle pubblicazioni inglesi e spagnole elencate nei database standard (PubMed, Ovid, Google Scholar, Medline ed EBSCO), tra il 1994 e il 2015 utilizzando le parole “probiotici” e “dermatologia”.

Sono state trovati circa 70 studi contenenti questi criteri e ne sono stati selezionati 42 in cui i probiotici sono stati utilizzati per scopi dermatologici. Sono state trovate prove sufficienti per raccomandare l’uso di probiotici in condizioni specifiche nella pratica dermatologica, specialmente nei bambini con dermatite atopica.

Per convalidare l’uso dei probiotici nella pratica dermatologica sono necessari ulteriori studi ben progettati e basati sulla popolazione, comprese terapie innovative per ricostruire i difetti della barriera cutanea, la protezione contro la colonizzazione microbica e il ripristino dell’equilibrio immunologico.

Vanessa Fuchs-Tarlovsky, Maria Fernanda Marquez-Barba, Krishnan Sriram; marzo 2016 ;32(3):289-95. doi: 10.1016/j.nut.2015.09.001