I meccanismi degli omega-3 coinvolti nella guarigione della placca psoriasica

0
608

La psoriasi è una dermatosi caratterizzata da iperproliferazione dei cheratinociti e differenziazione epidermica anormale. Studi clinici hanno dimostrato che l’integrazione della dieta con acidi grassi omega-3 potrebbe migliorare i sintomi dei pazienti con psoriasi. Tuttavia, i meccanismi coinvolti sono ancora poco conosciuti. Lo scopo di questo studio era di indagare gli effetti dell’acido α-linolenico (ALA) sulla proliferazione e differenziazione dei cheratinociti di un modello di pelle psoriasica.

Lo studio

I sostituti della pelle sani (HS) e psoriasici (PS) sono stati prodotti secondo il metodo di autoassemblaggio dell’ingegneria tissutale, utilizzando terreni di coltura integrati con 10 μM di ALA. Le analisi gascromatografiche hanno mostrato che l’ALA aggiunto è stato incorporato in modo efficiente nei fosfolipidi dell’epidermide, poiché i livelli di metaboliti ALA, ALA+ rispetto a PS-. L’epidermide di PS ALA+ era più organizzata ed era significativamente più sottile dell’epidermide di PS- (p<0,001). Inoltre, l’aggiunta di ALA ha ridotto la proliferazione dei cheratinociti, poiché un minor numero di cellule è stato colorato con Ki67 nell’epidermide PS ALA+ rispetto all’epidermide PS. L’espressione di filaggrina e cheratina 14 era rispettivamente aumentata e diminuita dopo l’integrazione con ALA, mostrando così una differenziazione ripristinata in PS ALA+. Infine, gli array di protein chinasi hanno rivelato che tra le 43 chinasi analizzate il cambiamento più evidente nello stato di fosforilazione in risposta alla supplementazione di ALA era ERK1/2, il cui livello di fosforilazione era più alto nel PSALA+ rispetto al PS- (2 volte).

Presi insieme, questi risultati confermano che gli acidi grassi omega-3 riducono il fenotipo patologico dei sostituti cutanei psoriasici normalizzando la proliferazione e la differenziazione dei cheratinociti.

Sig. Simard, S. Morin, G. Rioux, J. Fradette