Fino a che punto la vitamina D è implicata nelle infezioni cutanee

0
582
vitamina d infezioni pelle
Black slate table with product rich in vitamin D and omega 3. Written word vitamin D by white chalk.

Il colecalciferolo (vitamina D) è un pre-ormone normalmente sintetizzato nella pelle attraverso l’esposizione al sole. Le radiazioni UVB, infatti, innescano la conversione del 7-deidrocolesterolo nella pelle in vitamina D.

Questa vitamina esiste in due forme: idrossivitamina D (25(OH)D3), la forma circolante primaria, e la diidrossivitamina D (1,25(OH) 2 D3), la forma attiva.

Vitamina D e infezioni della pelle

La vitamina D è una pietra miliare nella cascata immunologica di molte infezioni cutanee, infezioni sistemiche con manifestazioni cutanee e altre malattie dermatologiche infettive in cui le infezioni potrebbero essere colpevoli.

Supplementazione di vitamina D

È proposta come misura protettiva contro la loro comparsa ed esacerbazione, soprattutto con l’emergere di numerose pandemie virali negli ultimi anni. Inoltre, svolge un ruolo chiave nel mantenimento di un profilo immunologico equilibrato che potrebbe riflettersi in una ridotta incidenza e morbilità delle infezioni. Lo screening e l’integrazione della vitamina D nei pazienti con carenze o insufficienze dovrebbero far parte dell’approccio dermatologico ai pazienti con queste malattie.

Naglaa Nabil El Mongy, Rana Fathy Hilal; 40, 2, 198-205; marzo-aprile 2022; doi.org/10.1016/j.clindermatol.2021.10.003