Una revisione indaga le comorbidità più frequentemente associate all’alopecia areata

L’alopecia areata è una condizione autoimmune complessa che comporta una perdita di capelli non cicatriziale improvvisa, sovente a chiazze in una o più aree circoscritte del cuoio capelluto. Negli ultimi anni, molti studi hanno fornito nuove prove sulle malattie in comorbidità presenti nei pazienti con alopecia areata. Tuttavia, alcuni studi presentano risultati contraddittori e mancano analisi che guardino alla problematica con un approccio globale.

Obiettivo di un lavoro condotto negli Stati Uniti e pubblicato sull’American Journal of Clinical Dermatology è stato quello di fornire una revisione sistematica aggiornata e una metanalisi delle comorbidità cliniche associate all’alopecia areata.

La revisione

La revisione è stata avviata con una ricerca nei database PubMed, Embase e Web of Science di studi caso-controllo, trasversali e di coorte sulle comorbidità mediche nell’alopecia areata pubblicati fino al 1° febbraio 2023.

Sono stati esaminati 3.428 abstract e titoli e rivisti 345 articoli full text per verificarne l’ammissibilità. Alla fine sono stati analizzati 102 studi, comprendenti 680.823 pazienti con alopecia areata e 72.011.041 controlli sani.

I risultati

Quasi tutti gli studi inclusi (100 su 102) erano di qualità soddisfacente o elevata (punteggio della scala Newcastle-Ottawa ≥ 4). Tra i pazienti con alopecia areata, le comorbidità con gli odds ratio (OR) più elevati rispetto ai controlli sani e con dati disponibili da più di uno studio includevano la carenza di vitamina D (OR 10,13, 95% CI 4,24-24. 20), il lupus eritematoso sistemico (OR 5,53, 95% CI 3,31-9,23), la vitiligine (OR 5,30, 95% CI 1,86-15,10), la sindrome metabolica (OR 5,03, 95% CI 4,18-6,06) e la tiroidite di Hashimoto (OR 4,31, 95% CI 2,51-7,40).

L’alopecia areata può essere un fattore protettivo per alcuni disturbi, per i quali il gruppo con alopecia areata aveva probabilità inferiori rispetto ai controlli sani, come la sindrome dell’intestino irritabile (OR 0,38, 95% CI 0,14-0,99) e il cancro del colon-retto (OR 0,61, 95% CI 0,42-0,89).

I risultati emersi confermano e contestualizzano i rischi di comorbidità per i pazienti con alopecia areata, hanno messo in luce i ricercatori i quali hanno sottolineato la necessità di lavorare ulteriormente per identificare la fisiopatologia sottostante e comprendere i criteri di screening più appropriati.

S. Ly, P. Manjaly, K. Kamal et al., Comorbid Conditions Associated with Alopecia Areata: A Systematic Review and Meta-analysis, Am J Clin Dermatol. 2023 Nov;24(6):875-893. doi: 10.1007/s40257-023-00805-4. Epub 2023 Jul 18

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here